1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Contenuto della pagina

Cura della Lesione al Midollo Spinale

 

L' Unità Spinale dell' Ospedale di Montecatone è il maggiore Presidio di Riabilitazione in Italia per persone che hanno una lesione al midollo spinale, disponendo di 88 posti letto. 
Nell'Unità Spinale vengono accolti per un primo ricovero riabilitativo i pazienti mielolesi provenienti dall’Area Intensiva della nostra struttura o dalle Neurochirurgie e dalle Ortopedie degli Ospedali per Acuti.

 

Il percorso del Paziente con lesione Midollare potrà quindi svilupparsi, a seconda delle problematiche cliniche riscontrate, e qualora in regime di Degenza Ordinaria, nei seguenti reparti o Unità Operative:

AREA CRITICA
UNITA' SPINALE
DEGENZE SPECIALISTICHE

 

Il paziente con una lesione midollare in fase acuta, il cui ricovero a Montecatone  segue immediatamente le cure intensive (compiute a Montecatone o altrove) compie un  percorso ad elevata intensità riabilitativa: per ogni singolo paziente viene elaborato un  Progetto Riabilitativo globale personalizzato, destinato ad accompagnare il paziente dall’inizio alla fine del ricovero, condiviso con il paziente stesso ed i suoi familiari, che  prevede al suo interno la definizione degli obiettivi ed i tempi necessari per il loro raggiungimento.

L’equipe riabilitativa è costituita da tutte le figure professionali che intervengono nel progetto: Medici Fisiatri, Medici Internisti, Medici Intensivisti, Infermieri e Operatori Socio-Sanitari, Fisioterapisti e Terapisti Occupazionali, Logopedisti, Neurologi, Neuropsicologi, Psicologi, Assistenti Sociali, Educatori Professionali.
L’area dispone della consulenza continuativa di un Cardiologo, di un Urologo, di un Chirurgo plastico e di un Infettivologo oltre alla disponibilità su chiamata di altre competenze specialistiche.
Il paziente, dall’ingresso in Unità Spinale fino alla dimissione, avrà come riferimento la stessa equipe riabilitativa, che lo seguirà durante tutto il percorso clinico/riabilitativo.

Nella prima fase l’approccio riabilitativo interviene sulle problematiche respiratorie. Nello stesso tempo, vengono poste le basi per il raggiungimento del massimo recupero neuromotorio e delle abilità possibili.
Per accedere alla fase successiva il paziente deve aver raggiunto determinati obiettivi, quali la possibilità di respirazione autonoma, l’assenza di nutrizione enterale (ovvero la possibilità di nutrirsi per via orale), la capacità di mantenere la posizione seduta. 

 

La fase successiva è caratterizzata da condizioni cliniche ormai stabilizzate e da un livello di intensità riabilitativa crescente, volto a perseguire il raggiungimento del massimo livello di autonomia possibile, compatibilmente con il livello di lesione e le caratteristiche dell’ambiente di vita. In questa fase, l’assistenza vede una prevalente gestione infermieristico-riabilitativa, in quanto la tipologia delle attività svolte (addestramento alle autonomie e all’utilizzo dei presidi, educazione sanitaria, ecc.) rientra nella sfera delle competenze professionali dell’Infermiere e del Fisioterapista. La responsabilità clinica rimane comunque in capo all’equipe medica responsabile del progetto e si esprime attraverso momenti sistematici di presenza presso i reparti.
La riabilitazione in palestra viene completata, in vista del raggiungimento dell’autonomia, da percorsi di:

 

Il progetto riabilitativo si arricchisce nel proprio sviluppo di ulteriori attività, “trasversali” a tutte le Unità Operative, coordinate nel “Programma Abilitazione della Persona con Disabilità e Promozione della Vita Indipendente”.
Quando previsto dal progetto, i familiari vengono coinvolti nell’ assistenza dei pazienti con specifiche finalità di addestramento in previsione del rientro al domicilio.

Il paziente con lesione midollare cronica può accedere sia al ricovero ordinario, sia al Day Hospital sia al trattamento ambulatoriale sia per una visita. Il ricovero ordinario viene proposto quando il tipo di patologia e le condizioni cliniche, necessitano di un’assistenza costante nell’arco delle 24 ore e di un piano di trattamento articolato su più giorni consecutivi, con particolare riferimento a: 

 

 

I professionisti di Montecatone descrivono presso gli studi di DìTV le problematiche legate al danno del midollo spinale, di cui l'Istituto di Riabilitazione si occupa.

 
Ultima Modifica: 28/06/2017