1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Contenuto della pagina

Trattamento della vescica neurogena

 

Nei pazienti con lesione midollare una complicanza molto frequente è l’iperattività vescicale associata a dissinergia dello sfintere striato; tale quadro deve essere prontamente ed adeguatamente trattato perché spesso causa di complicanze delle alte vie escretrici (reflussi, dilatazioni) dovute alle elevate pressioni vescicali, conseguenti alla disfunzione neurogena.

Sotto il profilo sintomatologico la vescica neurogena si manifesta con incontinenza urinaria associata o meno a ritenzione.
La valutazione diagnostica viene effettuata mediante indagini urodinamiche e videourodinamiche, tecnologie d’avanguardia utilizzate da professionisti esperti; il trattamento è finalizzato ad ottenere una vescica continente a basse pressioni da svuotare con cateterismo intermittente. A questo fine si possono utilizzare farmaci anticolinergici, tossina botulinica di tipo A o, occasionalmente, altre sostanze neurotossiche.

Per alcuni pazienti tetraplegici il trattamento prevede infiltrazioni dello sfintere striato con Tossina Botulinica o sfinterotomia chirurgica, al fine di eliminare il meccanismo ostruttivo, garantendo lo svuotamento.

Il trattamento della vescica neurogena è affidato ad un team di qualificati professionisti che si avvalgono anche della collaborazione dell’U.O. di Urologia dell’Ospedale di Imola.

A tali prestazioni possono accedere pazienti ricoverati in regime ordinario, in day hospital e mediante prenotazione per visita e/o esame ambulatoriale, con impegnativa del Medico Curante.

Ultima Modifica: 31/05/2019