1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Contenuto della pagina

Cura delle Lesioni Cerebrali

 

I pazienti affetti da gravi lesioni cerebrali acquisite, con indicazioni ad un trattamento neuroriabilitativo di alta specializzazione, vengono ricoverati nell’ Unità Operativa per le Gravi Cerebrolesioni acquisite.

I pazienti qui ricoverati provengono dall’area intensiva della struttura o da reparti per acuti di altri ospedali. “Riabilitare” nell’ambito delle cerebrolesioni significa “rendere nuovamente abile”, cioè, portare una persona disabile a raggiungere il miglior livello di vita possibile sul piano fisico, funzionale, sociale ed emozionale, incrementando al massimo le sue capacità. I pazienti completano interamente il loro percorso riabilitativo in questa Unità Operativa.

Le cure mediche e riabilitative sono garantite da un’ équipe multidisciplinare, che lavora in stretto rapporto con i Coordinatori Infermieristico e Riabilitativo. L’équipe riabilitativa è costituita da: Medici Internisti e Fisiatri, Neurologi, Infermieri Professionali e Operatori Socio-Sanitari, Fisioterapisti, Terapisti Occupazionali, Logopedisti, Neuropsicologi, Psicologi, Assistenti Sociali, Educatori Professionali.

E’ inoltre garantita la consulenza continuativa del medico internista, del cardiologo e dell’infettivologo, oltre alla disponibilità su chiamata di altre competenze specialistiche. Il reparto è suddiviso in 2 settori corrispondenti a gruppi di pazienti diversi per complessità ed instabilità clinica, cui corrisponde una differente intensità assistenziale.

Il lavoro di équipe è volto all’elaborazione del progetto riabilitativo globale personalizzato e  alla sua applicazione con percorsi specifici. Nel progettare il percorso riabilitativo è importante la condivisione della situazione clinica e la collaborazione delle persone vicine, familiari, caregivers (chi si prende cura della persona). Per questo motivo è previsto un loro coinvolgimento negli incontri di équipe, programmati nel corso del ricovero in base alle esigenze specifiche del paziente.

Peraltro solo in casi concordati con l’équipe, è possibile la permanenza e il coinvolgimento dei familiari/caregivers fuori dagli orari di visita (addestramento alla gestione assistenziale e alla cura della persona in prossimità della dimissione, o quando sia importante la vicinanza del famigliare al proprio caro).

Il rispetto degli orari di visita garantisce ai degenti gli adeguati e necessari momenti di riposo tra le diverse attività a cui partecipano, da una parte il trattamento riabilitativo, logopedico e neuropsicologico, e dall’altra tutte le attività infermieristico-assistenziali. 

 
Ultima Modifica: 19/06/2017