1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Contenuto della pagina

Registro Regionale per le Mielolesioni

 

L’Unità Spinale dell’Ospedale di Montecatone è collocata nel contesto di un Sistema Integrato di Assistenza per i pazienti traumatizzati e rappresenta il Centro a valenza sovra-aziendale e regionale integrato con i Servizi di Riabilitazione di II e I livello con i quali raccordarsi per seguire il paziente nel proprio territorio, garantendo il completamento del percorso riabilitativo.
L’Unità Spinale di Montecatone è il principale dei due Hub regionali nella rete Hub & Spoke per le mielolesioni traumatiche ed è il riferimento regionale per i casi più complessi, svolgendo anche il ruolo di coordinamento dei servizi e di omogeneizzazione dei percorsi di cura oltre che di organizzazione e gestione di un sistema di registrazione degli eventi per la valutazione della qualità dell’assistenza erogata e per la verifica e la programmazione del percorso integrato di cura. In quest’ottica la Regione Emilia-Romagna ha assegnato all’Istituto di Montecatone il compito di gestire il Registro Regionale per le Mielolesioni mediante un finanziamento ad hoc. Il Registro, attivo a partire dalla fine dell’anno 2010, è stato quindi realizzato nella prospettiva di fornire una base esaustiva di misure di valutazione clinica del paziente e di indicatori clinici e organizzativi oggettivi. La sua implementazione ha richiesto da una parte la realizzazione di una piattaforma informatizzata e di una infrastruttura di connessione comunicativa sicura e veloce e, dall’altra, la formazione del personale interno all’Istituto e delle Strutture esterne ad esso afferenti (ad es. l’Hub secondario di Villanova d’Arda e i tre Trauma Center regionali di Bologna, Parma e Cesena).
Il Registro, che nel tempo è stato oggetto di azioni di miglioramento, è attualmente in grado di monitorare anche i casi di mielolesione di eziologia non traumatica ricoverati presso l’Istituto di Montecatone e il Centro di Medicina Riabilitativa di Villanova d’Arda.
Le azioni di sviluppo future prevedono da una parte l’ulteriore monitoraggio della rete assistenziale dei pazienti affetti da lesione midollare non traumatica attraverso l’attivazione dei reparti di provenienza (ad es. neurologie, neurochirurgie) e la formazione del personale operante in essi, dall’altra la rilevazione del percorso assistenziale delle persone affette da lesione midollare, di origine sia traumatica che non traumatica, successivamente al momento della loro dimissione dai due Hub regionali (fase territoriale).

Ultima Modifica: 16/05/2014