1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Istituto di Montecatone Ospedale di Riabilitazione
Contenuto della pagina

I Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

 

L’attuale legislazione prevede che in ogni Azienda sia presente un numero congruo, calcolato in base al totale delle persone presenti sul luogo di lavoro, di Rappresentati dei Lavoratori sulla Sicurezza, gli R.L.S., figura professionale le cui mansioni riguardano principalmente il monitoraggio della sicurezza del sistema aziendale, collaborando attivamente e prendendo parte nelle decisioni da prendere su tutto ciò che con la sicurezza sul lavoro può avere a che fare.  L’R.L.S. viene scelto e designato dai dipendenti stessi o nominato dalle Sigle Sindacali. Le RLS  diviene il un punto di riferimento per tutte le eventuali necessità dovessero loro occorrere in materia di salute e sicurezza sul lavoro, è infatti, citando dal D. Lgs. 81/08 da considerare come un interlocutore istituzionale della Direzione aziendale per le materie della sicurezza e salute dei lavoratori sul luogo di lavoro.

Riassumendo, un R.L.S. deve svolgere le seguenti mansioni: Confrontarsi con il datore di lavoro sulla gestione di problematiche eventualmente sorte; perché svolga bene il suo lavoro dovrà essere una persona dotata di spiccate capacità organizzative, conoscitive e formative, oltre che conoscenze in materia di sicurezza sul lavoro che tocchino più ambiti; si deve impegnare a che l’azienda rispetti gli obblighi imposti dalla legge e, nel contempo, far sì che anche i lavoratori si attengano scrupolosamente alle disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro; deve monitorare costantemente che tutte le misure adottate per la sicurezza sul luogo di lavoro siano efficaci nel tempo ed, eventualmente, prevenire o proporre migliorie; qualora l’Azienda debba prendere decisioni nel merito della sicurezza egli deve essere preventivamente consultato. Di fatto il Rappresentante dei lavoratori risulta come il primo organo di controllo:  – sull’applicazione delle norme; – sul rispetto degli accordi stipulati in sede di riunione periodica; – sull’efficienza del motore aziendale della sicurezza; – sul rispetto delle direttive aziendali da parte di tutti i soggetti responsabili”. Le prerogative previste dall’art. 50 (Attribuzioni del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) del D.Lgs 81/2008.

L’articolo “individua tre momenti precisi e strettamente correlati tra loro”:
– il controllo;
– la promozione;
– la vigilanza”.
In particolare il controllo avviene attraverso:
– “l’accesso ai luoghi di lavoro;
– la consultazione preventiva e tempestiva su tutti gli aspetti della prevenzione;
– la consultazione in merito all’organizzazione della formazione;
– le informazioni e la documentazione aziendale che l’azienda deve mettere a disposizione;
– le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza”.

La promozione avviene attraverso:
– “la richiesta di misure di prevenzione idonee a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori;
– il sollevare osservazioni in occasione di visite fatte dalle autorità competenti;
– la partecipazione alla riunione periodica;
– il fare proposte in merito alla attività di prevenzione”.
La vigilanza avviene attraverso:
– “il mettere sull’avviso il responsabile della azienda dei rischi individuati durante l’attività di RLS o segnalati dai lavoratori;
– la possibilità di fare ricorso alle autorità competenti qualora l’RLS ritenga che le misure adottate dal datore di lavoro non siano idonee a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro”.

I Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza
ALESSIO ZANINI Operatore Socio Sanitario (UOC AMBULATORI – DH – RADIOLOGIA)
SIMONE RODIO FISIOTERAPISTA (UOC UNITA’ SPINALE TERRA SUB ACUTI)
LUIGI GARGIULO FISIOTERAPISTA (D.H.)
GIOVANNA BARBARA CASTELLANI . Medico Area Critica
TURRONi GABRIELE

 
Ultima Modifica: 28/05/2019