1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Fondazione Montecatone Onlus
 
Fondazione Montecatone Onlus
Contenuto della pagina

Servizio Civile Regionale

 

La Regione Emilia-Romagna, con la legge 20/2003, ha istituito il servizio civile regionale e ha definito le modalità per lo sviluppo e la valorizzazione dell'esperienza di servizio nazionale, all'estero e di servizio civile regionale.

In base alla l.r. 20/2003 possono svolgere il servizio civile regionale, senza distinzione di sesso o di appartenenza culturale o religiosa, di ceto, di residenza o di cittadinanza:

 
  • giovani tra i 15 ed i 18 anni, nell'ambito dei progetti d'impiego predisposti ed attuati dagli Enti di servizio civile, con modalità di svolgimento, attestazione e valorizzazione dell'esperienza adeguate e integrate nei percorsi scolastici e nell'obbligo formativo;
  • giovani tra i 18 ed i 29 anni, con progetti di durata variabile;
  • adulti e anziani, con progetti variabili dagli otto ai dodici mesi.

I giovani in servizio civile operano in divesi ambiti:

  • assistenza, prevenzione, cura, riabilitazione, reinserimento sociale, promozione e tutela dei diritti sociali e di cittadinanza;
  • educazione e promozione culturale, educazione alla pratica sportiva;
  • protezione civile;
  • cooperazione allo sviluppo ed interventi di pacificazione fra i popoli;
  • difesa ecologica e tutela ed incremento del patrimonio forestale;
  • salvaguardia e fruizione del patrimonio artistico, monumentale ed ambientale. 
 

Il servizio civile regionale per ragazzi e ragazze dai 14 ai 19 anni offre l'opportunità di vivere un'esperienza di partecipazione e solidarietà anche ai più giovani.
Viene richiesto un impegno gratuito di 35 ore complessive da svolgersi durante l'anno scolastico o nel periodo estivo: 5 ore di formazione e almeno 30 ore di attività pratica all'interno del progetto scelto tra quelli proposti. Alla fine del percorso viene rilasciato un attestato di partecipazione dalla Regione Emilia-Romagna.

Gli istituti scolastici possono riconoscere dei crediti formativi per l'esperienza svolta dallo studente. Per partecipare non vengono richiesti requisiti particolari, basta consultare l'elenco dei progetti e compilare la scheda di adesione (firmata da un genitore per i minorenni). La scheda deve essere consegnata o semplicemente inviata via fax o mail all'ufficio di Coordinamento politiche sociali e socio educative, Programmazione sviluppo del sistema dei servizi. L'ente titolare del progetto contatta i giovani interessati per fissare un colloquio conoscitivo e per concordare i giorni e gli orari di attività.

 

A chi rivolgersi

 

La Regione, per lo svolgimento delle proprie funzioni, si avvale delle attività propositive e consultive della Consulta regionale per il servizio civile.  Inoltre per avvicinare ancor più il servizio civile al territorio e alle comunità locali sono stati istituiti i Coordinamenti provinciali degli Enti di Servizio Civile (Co.Pr.E.S.C.).

 

Servizio Coordinamento politiche sociali e socio educative. Programmazione e sviluppo del sistema dei servizi

Viale Aldo Moro n.21, 40127 Bologna
Tel. +39 051 527 7022 - 7018 - 7338
Fax +39 051 527 7086
Email serviziocivile@regione.emilia-romagna.it 

Per avere informazioni su come accedere al servizio, è possibile rivolgersi all'ufficio dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 15.00, oppure si può chiamare il numero verde della Regione per il servizio civile 800 507705 presso l'ufficio Urp regionale.

In alternativa, è possibile rivolgersi al Coordinamento Provinciale Enti di Servizio Civile - Co.pr.e.s.c. di Bologna

Tel. +39 051 6599261
Web www.serviziocivile.cittametropolitana.bo.it/
Email serviziocivile@provincia.bologna.it