Accedere con animali

Posso portare il mio amico a quattro zampe?

Accedere con animali

Gli effetti positivi del rapporto con gli animali domestici sono stati ampiamente dimostrati da una notevole mole di esperienze e di ricerche, che da alcuni anni si sono andate accumulando, sugli effetti specifici dell’interazione uomo-animale per migliorare la qualità della vita in generale e intervenire positivamente sulle funzioni fisiche, sociali, cognitive e emozionali dell’uomo.

 

La necessità di regolamentare l’accesso degli animali domestici nelle strutture sanitarie nasce dalle seguenti considerazioni:

 

  • 1

    Utilità di valorizzare l’interazione uomo-animale in termini di benessere e di salute per i pazienti;

  • 2

    Necessità di definire parametri medico-veterinari di prevenzione delle zoonosi, di tutela della salute dell’animale e del suo benessere;

  • 3

    Prevenire le infezioni nell’uomo sia esso paziente o operatore sanitario;

  • 4

    Disciplinare le modalità di accesso di determinati animali d’affezione nelle Strutture di Cura in visita al proprietario che ne abbia fatto richiesta, per garantire lo svolgimento della visita in condizioni di sicurezza igienico-sanitaria della stessa;

  • 5

    Disciplinare l’introduzione nelle strutture di cura degli “animali di servizio” a seguito del proprietario e cioè di quegli animali addestrati individualmente per provvedere all’assistenza di un individuo con disabilità fisica, psichica, cognitiva e mentale (non vedenti, non udenti, ecc.).

Chi desidera ricevere la visita del suo animale domestico presso l’Istituto di Montecatone, dove si trova ricoverato, deve:

  • 1

    chiedere al Medico di Reparto se le condizioni cliniche le permettono di ricevere la visita del suo animale domestico (cane-gatto), in quanto l’accesso dell’animale è sempre condizionato alle condizioni cliniche del proprietario nel periodo in cui avviene la visita;

  • 2

    inviare la richiesta scritta indirizzata alla Direzione Sanitaria. Le richieste vanno indirizzate all’URP, allegando quanto necessario, con le seguenti modalità: consegna a mano, tramite Email: urp@montecatone.com o tramite fax al numero F. +39 0542.632805

  • 3

    attenersi alle prescrizioni e ai comportamenti indicati nell’informativa allegata

La documentazione deve essere presentata assieme alla richiesta di accesso dal lunedì al venerdì, con almeno 48 ore di anticipo rispetto alla data in cui è ipotizzata la visita dell’animale.

L’accesso degli animali nell’Ospedale di Montecatone è consentito solo nelle seguenti aree:

  • Aree comuni del piano terra e del secondo piano
  • Stanze di degenza piano terra e secondo piano lato A
  • Locali del servizio Accettazione e Accoglienza
  • Locali terzo piano: spazi comuni e sala polifunzionale
  • Aree esterne all’ospedale: parco e altri spazi verdi

Il percorso di accesso all’ospedale viene individuato di volta in volta a seconda della collocazione del paziente e del luogo nel quale riceverà la visita. Le indicazioni sono presenti nel documento di autorizzazione. Per disporre di una informazione completa sulle Aree accessibili consultare la piantina allegata all’informativa.

Durante la visita del proprio animale in Ospedale devono essere rispettate le seguenti regole:

  • Il cane deve essere condotto al guinzaglio ed avere la museruola; è consentito togliere la museruola durante l’incontro con il degente.
  • Il gatto deve essere tenuto nell’apposito trasportino almeno fino al paziente proprietario e se liberato deve essere mantenuto con idoneo guinzaglio.
  • L’animale deve essere condotto da persone in grado di gestirlo e di avere il pieno controllo
  • È fatto obbligo a chiunque conduca l’animale, di raccogliere eventuali deiezioni o perdite di pelo e di avere con sé gli strumenti idonei alla raccolta degli stessi
  • Gli animali devono essere puliti e ben spazzolati.
  • L’animale è sotto il controllo del suo gestore e deve rimanere vicino al proprietario/paziente
  • Non è consentito che si avvicini ad altri pazienti, visitatori, staff, o altri animali.
  • Le visite non devono essere consentite mentre il paziente consuma il pasto e deve esser evitato condurre gli animali nei servizi igienici, vicino ai carrelli del vitto, delle medicazioni, della terapia.
  • Dopo la visita, lavarsi le mani con acqua e sapone oppure frizionare le mani con gel alcolico prima e dopo il contatto con l’animale.
  • Il gestore dell’animale deve portare con sé un prodotto idroalcolico per il frizionamento rapido delle mani e deve offrire il prodotto a chiunque abbia toccato l’animale
  • Il gestore dell’animale deve portare con sé un telo di protezione impermeabile, possibilmente monouso, da utilizzare se l’animale può salire sul letto, che dovrà essere eliminato dopo la visita
X
Per scaricare la guida ti chiediamo di compilare il form seguente.
I campi contraddistinti con * sono obbligatori.
Chi sei

Consensi