Informazioni per i visitatori

Tutto quel che c'è da sapere su Covid19, visite, parcheggi, ristoro e utilizzo di telefoni cellulari

Covid19

L’ordinanza della Regione Emilia-Romagna n.144 del 13 luglio ha disposto che le visite in ospedale ai degenti da parte di familiari o altri soggetti, richiedano la presentazione di un’autodichiarazione che attesti:

  • di non aver avuto negli ultimi 14 giorni un “contatto” con una persona con diagnosi sospetta/probabile/confermata di COVID-19;
  • di non presentare sintomi compatibili con la diagnosi COVID-19 (febbre > 37,5°, tosse, difficoltà di respiro, ecc.);
  • di non essere sottoposti al regime della quarantena o dell’isolamento fiduciario;
  • di non essere rientrati da meno di 14 giorni da Paesi extra Ue e/o extra Schengen soggetti alle limitazioni degli spostamenti.

Per l’ingresso in Istituto, l’Ospedale di Montecatone ha predisposto un modulo di autocertificazione (scaricabile qui in basso), che si può compilare anche a casa al fine di ridurre l’attesa all’ingresso della struttura stessa. Il modulo, datato e firmato, deve essere consegnato al Triage all’ingresso in ospedale.

L’autocertificazione si aggiunge alle altre regole di accesso già in vigore:

  • 1

    Indossare sempre la mascherina

  • 2

    Misurazione della temperatura

  • 3

    Distanziamento

  • 4

    Igiene delle mani

Orari di visita

L’accesso dei visitatori alle aree di degenza è limitato a una persona per paziente: nel caso sia già presente un visitatore nella stanza, gli operatori del reparto inviteranno gli altri visitatori ad uscire.

RepartiOrari di visita
Unità Spinale Piano Terradalle ore 12.30 alle 14.00 e dalle 17.30 alle 19.30
Unità Spinale 2° piano lato Bdalle 12.30 alle 14.00 e dalle 17.30 alle 19.30
Unità Spinale 2° piano lato Adalle 12.30 alle 14.00 e dalle 17.30 alle 19.30
Unità Degenze Specialistichedalle 12.30 alle 14.00 e dalle 17.30 alle 19.30
Unità Operative Gravi Cerebrolesionisu appuntamento concordato con il personale di reparto
Area Criticasu appuntamento concordato con il personale di reparto

I familiari che vogliono accedere alle Unità Operative Gravi Cerebrolesioni e in Area Critica, i caregiver in addestramento presso tutti i reparti, gli operatori o volontari impegnati in attività programmate (laboratori, sportello informativo, sport ecc) possono accedere con appuntamento. La presenza di parenti/visitatori è da prevedere preferenzialmente nel parco o comunque in spazi aperti; la presenza in camera è consentita solo ad un visitatore per volta.

Si informa che gli accompagnatori dei pazienti ricoverati in Day Hospital o che accedono agli Ambulatori sono invitati a non entrare in struttura, se non quando la loro presenza è strettamente necessaria per l’autonomia del paziente.

I bambini di età inferiore agli 8 anni normalmente non possono accedere ai reparti di degenza. Potranno accedere alle aree comuni, solo se accompagnati da un adulto. Si suggerisce in ogni caso di concordare con gli operatori di reparto i tempi e i modi degli incontri con i pazienti. L’accesso dei visitatori minori in Area Critica è consentito solo previa autorizzazione da parte del Medico di Reparto. La Direzione declina ogni responsabilità di custodia rispetto alla presenza di visitatori/parenti minorenni.

Si raccomanda di non affollare le stanze di degenza. Per motivi igienici è vietato sedersi o sdraiarsi sui letti e sulle barelle.

Al di fuori dell’orario di visita, durante la visita medica e lo svolgimento delle manovre di assistenza, i visitatori sono pregati di lasciare la stanza di degenza. La permanenza costante di un familiare è consentita in alcuni casi su autorizzazione del medico di reparto.

Uso dei telefoni cellulari

I telefoni cellulari possono essere utilizzati all’interno dei reparti Ospedalieri tenendo il volume della suoneria basso nel rispetto del lavoro degli operatori e della tranquillità degli altri pazienti.

È consentito l’uso di videotelefoni e/o di telefoni dotati di fotocamera esclusivamente per comunicazioni telefoniche, ad accezione delle aree nelle quali sono in funzione dispositivi elettronici (es. unità di terapia intensiva). È vietato l’uso di qualunque dispositivo (per esempio videotelefono, tablet, macchina fotografica, etc.) per la raccolta e la diffusione di immagini, suoni e video delle persone presenti in Istituto.

Servizi di Ristoro

In Ospedale sono presenti diversi punti di ristoro a disposizione dei visitatori.

Bar: al piano terra dell’Ospedale è a disposizione dei visitatori un punto di ristoro, a cui ci si può rivolgere anche per l’acquisto di riviste, quotidiani e generi di prima necessità. Orari di accesso: dal lunedì alla domenica: dalle ore 6.30 alle ore 18:00

Mensa: per i parenti dei pazienti è possibile usufruire del servizio mensa dal lunedì al sabato. I costi di un pasto completo (primo, secondo, contorno, frutta e acqua), delle integrazioni extra (vino/bibite) e delle singole pietanze sono esposti presso la mensa. L’orario per accedere alla mensa è alle ore 14.30. Prima di tale orario l’accesso è esclusivo per gli operatori della struttura. Il sabato, data la minore affluenza dei dipendenti, si può accedere alla mensa senza distinzione di orario dalle ore 12.30 alle ore 14.00. La domenica la mensa è chiusa.

Distributori di bevande e snack: al primo piano seminterrato, al primo piano e al secondo piano sono a disposizione distributori automatici di bevande (caffè, acqua ecc.) e snack. I visitatori sono pregati di consumare i pasti fuori dal reparto e di utilizzare le toilette riservate al pubblico dell’Istituto di Montecatone.

Parcheggi

Sono disponibili parcheggi gratuiti con chiara indicazione di specificità per guidatori con disabilità. Le autovetture devono essere parcheggiate nelle specifiche aree; pertanto le auto in sosta al di fuori di detti spazi, sono soggette a richiamo dal centralino o a rimozione forzata.

Il contrassegno per le facilitazioni alla sosta è valido per usare i parcheggi riservati a persone con disabilità (indicati con la riga gialla) solo quando l’auto è guidata direttamente dal titolare del contrassegno o che lo trasporta. Se il titolare è ricoverato ma non trasportato, i familiari non sono autorizzati ad esporre il contrassegno al fine di sostare nelle aree riservate. Il contrassegno non legittima in nessun caso il parcheggio in spazi riservati ad altre categorie di utenti, in seconda fila o comunque fuori da spazi segnati come parcheggio.

Il parcheggio dell’Ospedale è di proprietà privata, ma la Direzione Aziendale si riserva di applicare tutte le norme previste dal Codice della Strada e richiedere l’intervento della Polizia municipale per l’applicazione delle sanzioni di legge: in particolare ogni uso improprio del contrassegno è sanzionabile da parte delle autorità (decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, art. 188).

X
Per scaricare la guida ti chiediamo di compilare il form seguente.
I campi contraddistinti con * sono obbligatori.
Chi sei

Consensi