Trattamento lesioni da pressione

Il servizio è garantito da un team multidisciplinare per gestire le lesioni che spesso si manifestano come conseguenza di un prolungato ricovero

Le lesioni da decubito costituiscono, nei pazienti sottoposti a lunghi periodi di degenza, un problema aggiuntivo al trauma di un prolungato ricovero o di percorsi terapeutici talvolta impegnativi.

L’ulcera da decubito. Nell’ambito del percorso terapeutico personalizzato l’ulcera da decubito costituisce un importante freno al processo riabilitativo e, a domicilio, una limitazione alle attività quotidiane e al grado di autosufficienza. Le ulcere trascurate non coinvolgono solo la cute, ma anche i tessuti sottostanti, fino a raggiungere il piano osseo ed alcune volte gli apparati gastrointestinale ed urinario, e possono determinare importanti infezioni potenzialmente pericolose per la vita del paziente.


Completa guarigione nel 96% dei casi

Dal 2012 al Montecatone Rehabilitation Institute è attiva una task force multidisciplinare con il compito di gestire le lesioni da pressione in mielolesi. Sono stati trattati chirurgicamente circa 400 pazienti (il 66% proviene da fuori Emilia-Romagna) per un totale di circa 500 lesioni da decubito. La completa guarigione è avvenuta nel 96% dei casi con un tasso di recidiva del 7,4%, (il range riportato in letteratura tra il 15 e l’82%).

Queste performance sono attribuibili alla gestione preoperatoria e postoperatoria dei pazienti che vengono seguiti da ricoverati fino a quando non possono stare seduti sulla zona operata per almeno 4 ore al giorno senza complicanze – e all’istituzione di un ambulatorio di follow-up che permette di seguire i pazienti fino a un anno dalla dimissione, gestendo quindi tempestivamente eventuali complicanze.

Il team multidisciplinare, che coinvolge infermieri specializzati in vulnologia, medici vulnologi, chirurghi plastici, infettivologi, a volte chirurghi generali, ortopedici e urologi, è coinvolto nella gestione dell’ambulatorio wound care dedicato a visite di primo e secondo livello, al reparto di degenza dedicato alla gestione dei pazienti operati e alla gestione di pazienti per cui è indicato un trattamento conservativo e al day hospital vulnologico per la prosecuzione del follow-up dei pazienti e per la pianificazione di indagini diagnostiche.

L’accesso all’ambulatorio wound-care può avvenire o per indicazione al momento della dimissione in fase post-acuta, o mediante contatto con l’Ufficio Accoglienza dell’Istituto contattando il centralino allo 0542.632811 e previa compilazione di una scheda raccolta dati. L’accesso alla Unità Operativa Degenze Specialistiche può avvenire o mediante indicazione del Day Hospital, o mediante indicazione al momento della dimissione in fase post-acuta, o mediante indicazione nell’ambulatorio Wound-care o infine mediante contatto con l’Accettazione e accoglienza dell’Istituto chiamando il centralino al numero Tel. 0542.632811 e previa compilazione di una scheda raccolta dati. Gli esperti sono a disposizione dei pazienti, oltreché mediante contatto telefonico, via mail all’indirizzo woundcare@montecatone.com

Oltre alle degenze chirurgiche sono stati trattati pazienti per ricoveri dedicati alla valutazione delle lesioni e alla loro gestione conservativa, quindi portandole a guarigione oppure preparandole al meglio per un successivo ricovero per intervento chirurgico. La collaborazione con gli ortopedici, i chirurghi generali e gli urologi dell’Ospedale di Imola rende possibile il trattamento di casi complicati da osteomieliti o dall’interessamento degli apparati gastroenterico ed urinario.

Iscriviti alla newsletter
Resta in contatto per ricevere informazioni/aggiornamenti su iniziative ed eventi.
Iscrivendoti alla Newsletter riceverai InVolo, il magazine semestrale di Montecatone.
X
Per scaricare la guida ti chiediamo di compilare il form seguente.
I campi contraddistinti con * sono obbligatori.
Chi sei

Consensi