News

Un anno fa il primo paziente positivo in Istituto. I ricordi di quei giorni ne «La prova più difficile»

Raccolte in una lunga docu-clip, che anticipa l’inserto Covid nel Bilancio di Missione biennale, alcune testimonianze rappresentative di tutte le articolazioni dell’Istituto


Il 19 marzo del 2020, mentre l’Italia toccava il picco dei caduti, tantoché il 18 è stato proclamato giornata nazionale in memoria delle vittime del Coronavirus, la pandemia irrompeva anche all’ospedale di Montecatone quando, in attuazione del protocollo emanato dalla Regione Emilia-Romagna, si rese necessario un accertamento su una paziente per una prolungata anomalia respiratoria. L’esito del tampone, positivo, diede corso ad alcune attività finalizzate a proteggere i pazienti e il personale – tra cui il divieto di accesso a parenti e visitatori.

Momenti difficili che l’Istituto ha raccolto in uno speciale (autoprodotto) dal titolo «La prova più difficile». La docu-clip, nata da un’idea di Massimo Boni, consulente dell’Istituto, che ne ha curato anche la post-produzione, è divisa in cinque momenti preceduti da una breve intro del DG, Mario Tubertini: Emergenza, Riorganizzarsi in fretta, Paura e coraggio, Pazienti e nuove necessità e Futuro. Alla realizzazione del corto, della durata di circa 25 minuti, ha collaborato Vito Colamarino, dell’ufficio comunicazione dell’Ospedale. La versione integrale delle interviste sarà disponibile su carta nell’inserto del prossimo Bilancio di Missione 19/20, alle stampe a maggio.

 

Questo il link alla clip: https://youtu.be/GT-OyBbCBzQ

Condividi su:
X

    Per scaricare la guida ti chiediamo di compilare il form seguente.
    I campi contraddistinti con * sono obbligatori.
    Chi sei

    Consensi